Luna Potenziere

Mi chiamo Luna e sono … un’artista.

Mi chiamo Luna Potenziere, sono nata a Cuneo nel 1977 e  fin da bambina mi sono dedicata al disegno e ho respirato un’atmosfera creativa attraverso le sperimentazioni di mia madre artista.

Mi sono diplomata al Liceo Artistico Ego Bianchi e ho conseguito la laurea in Pittura all’ Accademia Albertina di Torino nel 2000.

Due importanti viaggi in India hanno influenzato molto il mio percorso e rimangono indelebili nel  vissuto.

Ho partecipato a concorsi ed eventi sul territorio e a livello nazionale.
Ho insegnato a scuola e lavorato nel restauro per diversi anni, vivo a Cuneo con due figli e mio marito artigiano.

Da otto anni lavoro come direttrice mono-sportello per Poste Italiane.
In Poste ho trovato nuova ispirazione per l’arte con una serie di lavori eseguiti con i timbri.

È stato uno slancio che mi ha portata a curare due personali e una continua nuova produzione artistica.

Da due anni circa ho spostato la mia attenzione sull’ indagine del volto femminile inventato, derivato dalla mia personale visione e frutto di vari tipi di sperimentazione.

2001, seconda al concorso Arte Mondadori sezione Pittura, Milano
2003, Onirica a Cuneo, primo premio
2006, Zooart, Cuneo
2017, Fasi di Luna, personale presso il Collegio dei Geometri di Cuneo
2019, Ascetica, personale nella Torre Civica di La Morra
2020, Silenzio, collettiva presso galleria Onartgallery, Firenze
2021,  Dialoghi, collettiva con Associazioni culturali Ego Bianchi e Onda a Cuneo e Savigliano
Collettiva Venti x Venti, Rittana
2022, Flussi grovigli e bagliori da un mondo Ir-responsabile, collettiva, Associazione Leda, Bene Vagienna
Volti in comune, personale presso il salone municipale di Castelletto Stura
D’arte, Fondazione Peano, Cuneo, progetto fotografico/artistico di Aldo Galliano.
2022, Partecipa alle esposizioni ‘Arte nel vento’ curate da Cinzia Dicorato nelle tappe itineranti di Potenza e di Presicce Acquarica.
Collettiva presso la galleria Idearte, Potenza, a cura di Grazia Lo Re.

I volti che ho dipinto sono frutto di una ricerca tesa al lasciar affiorare l’ immagine archetipica che ho della donna.
Le  tecniche sono  tendenzialmente di rapida esecuzione e mi coinvolgono anche nel movimento, talvolta per imprimere efficacemente trame di pizzo, altre per spostare e muovere il colore con stecche, o con le mani, altre ancora inondando di miscele colorate per poi assorbirle con stoffe e osservare i percorsi di chine o pigmenti.